Il massaggio

Bene, parliamo di massaggio.

Ci sono scuole di massaggio diverse e tutte favoriscono lo sviluppo psicomotorio e l’apprendimento del bambino. Inoltre il massaggio dev’essere adeguato all’età del bambino e, come per tutte le cose, bisogna essere costanti per vederne i risultati.

L’accrescimento neuropsicomotorio riveste particolare importanza nel primo anno di vita, ma alcuni processi biologici hanno bisogno di più tempo.

VISTA:
Alla nascita ha la percezione della luce.
A 4-6 settimane distingue le forme e fissa l’immagine.
A 4-6 mesi invece il bambino percepisce i colori.

UDITO:
E’ presente fin dalla nascita e ovviamente sa riconoscere tra tante voci quella della madre. Perciò è molto importante e rassicurante per lui sentirla parlare nei momenti del massaggio ma anche del bagnetto, della poppata al seno…

GUSTO:
Da subito sa distinguere i sapori dolci da quelli amari e acidi, ma solo intorno a 2-3 mesi si sviluppa meglio questa capacità.

OLFATTO:
Alla nascita la capacità olfattiva è ancora rudimentale, percepiscono solo alcuni odori, soprattutto quelli legati alla madre. Si affinerà solo intorno ai 2 anni.

TATTO:
Questo senso si sviluppa già a metà gravidanza e si conserva in modo grossolano fino a 7-9 mesi. Inizialmente la sensibilità è maggiore in zone come le labbra e le zone palmari e plantari.
La sensibilità TERMICA nel neonato è più accentuata nel petto , gambe, mani e piedi.
Anche la sensibilità al DOLORE è presente alla nascita, ma solo a 8-9 mesi sa localizzare il dolore.

COME MASSAGGIARE in 10 punti per avere un bambino più rilassato:

1. Assicurarsi che la stanza sia ben riscaldata (22-23 °C). Musica dolce. Un materassino impermeabile e sopra un asciugamano molto morbido.

2. Lavarsi le mani e fare 2 respiri profondi per rilassarsi. Spiegare al bambino cosa fate. Prendete dell’olio da massaggio per bambini e sfregate velocemente le mani per riscaldarlo.

3. Chiedete al bimbo il permesso di iniziare e iniziate dai piedi salendo fino alla testa.

4. GAMBE E PIEDI. Sul piedino usate un movimento “pollice dopo pollice”, cioè un pollice lo massaggia verso l’alto facendo il turno con l’altro che si muove nella stessa direzione. Strofinare delicatamente la pianta del piede dal tallone fino alla punta. Schiacciate leggermente le punte. Eseguire dei movimenti circolari intorno alla caviglia (nella riflessologia questo punto corrisponde all’apparato genitale perciò il massaggio in questo punto aiuta a prendere il controllo dello sfintere).
Prendere con le mani la gamba del bimbo e, mentre muovete la mano che sta sopra verso sinistra, quella sotto va verso destra, in modo da fare una lieve torsione di pelle e muscoli per favorire la circolazione. Massaggiare anche le natiche e accarezzando le gambe tornate ai piedini.

5. PANCIA. Posare la mano sul pancino ed eseguire leggeri movimenti circolari dall’ombelico verso l’esterno.

6. PETTO. Usando i due indici tracciare un cerchio che inizi alla sommità del petto e termini sotto, intorno all’ombelico. Poi risalite prima con la mano destra tracciando una C al contrario e poi con la destra. Ripetere per pochi minuti e poi eseguite un movimento a forma di cuore con tutte le dita, partendo al centro dello sterno e terminando all’altezza dell’ombelico.

7. BRACCIA E MANI. Come per le gambe eseguire un movimento di leggera torsione sulle braccia, poi muovetegli ogni dito e infine dei movimenti circolari sui polsi.

8. VISO. Per il viso bisogna essere molto molto delicati. Massaggiare fronte e sopracciglia e usare i pollici per la zona occhi. Scendere lungo il nasino spostandovi verso le guance. Dall’orecchio verso il labbro inferiore e superiore e viceversa. Fare piccoli movimenti circolari intorno alla mascella e dietro le orecchie. Strofinate leggermente i lobi e sotto il mento.

9. TESTA E SCHIENA. Eseguire movimenti circolari dietro la testa e sulle spalle. Massaggiare sempre con movimenti circolari i muscoli della schiena posti parallelamente alla colonna vertebrale, dall’alto verso il basso e viceversa.
Lasciate che le mani si muovano liberamente su tutto il corpo dalla testa alle caviglie.

10. Terminare il massaggio dicendogli: “Ora abbiamo finito, tesoro. Non ti senti meglio?”

CONSIGLI:
NON CONTINUARE IL MASSAGGIO SE IL BIMBO PIANGE, aspettate qualche settimana prima di riprovare ed eventualmente andare per gradi.

Io per i miei bambini ho eseguito anche un massaggio prenatale. Cioè attraverso la riflessologia della mani ho massaggiato il lato esterno dei miei pollici durante la gravidanza per stimolare la loro colonna vertebrale.

Spero che questa descrizione sia abbastanza esauriente.

< class="related_post_title">Puoi leggere anche

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

da Twitter

Chiedi all’ostetrica!

Vai ora alle Domande!
Vogliamo dare il supporto professionale di un ostetrica per risolvere dubbi, avere chiarimenti e informazioni su tutto quello che riguarda la fertilità, la gravidanza, il parto, il post-partum o qualsiasi altra cosa di sua competenza.

Si chiama Pia ed è la nostra "roccia", ha aiutato veramente tante mamme (compresa la sottoscritta) con la sua lunghissima esperienza, dedizione e pazienza.

Applicazioni utili

Avete dubbi sui rischi relativi alla Trisomia 21 o Sindrome di Down?
Translucenza Nucale è l'unica applicazione esistente sul mercato android che vi aiuterà a interpretare correttamente i risultati dell'esame di Translucenza Nucale.

Con questa applicazione potrete verificare i vostri risultati in base a criteri scientifici e non opinioni.

Chi sono?

Per motivi di lavoro abbiamo viaggiato in Australia e in Norvegia dove attualmente viviamo. Rispetto allo stile di vita italiano abbiamo più tempo per i figli e siamo molto più sereni e rilassati anche se non abbiamo le nostre famiglie vicine e non viviamo negli agi.

Viaggiando e stando a contatto con altre culture diverse dalla nostra, ho imparato molto, prima di tutto il gioire delle piccole cose che la vita ti regala. Attraverso questo sito desidero essere utile in qualche modo, magari anche solo trasmettendo un po' di serenità.