Il tuo bimbo ha mal di pancia?

La maggior parte dei bambini che piangono molto lo fanno senza alcun motivo evidente e, non sapendo come spiegare il fenomeno, si parla di coliche gassose. L’esperienza insegna che la situazione può migliorare grazie a molto contatto pelle-a-pelle fra madre e bambino.

La cosa migliore sarebbe prevenire il mal di pancia attraverso una corretta alimentazione ma non è sempre possibile.

L’ostetrica consiglia:

  1. Lasciare il bambino attaccato al seno finchè lo desidera in modo da prendere più latte finale possibile.

  2. Se la madre è d’accordo, permettere al bambino di rimanere attaccato al seno per conforto tutto il tempo che vuole.
  3. Provare ad allattare il bambino nella posizione orizzontale, mettendo il bambino disteso sopra il proprio corpo.

Ci sono però anche alcune tecniche piuttosto efficaci che vi voglio proporre:

  1. Sicuramente un ruolo importante ce l’ha il ruttino; aiuta ad eliminare l’aria nella pancia. C’è un metodo, che io stessa ho sperimentato, ed è quello di sfregargli il fianco sinistro dal basso verso l’alto (corrispondente alla zona dello stomaco) con la punta della mano. Se dopo qualche minuto non ha fatto il ruttino, mettetelo giù, magari non ne aveva bisogno. Ma se lo vedete ansimare, contorcersi, roteare gli occhi con un’espressione simile ad un sorriso, vuol dire che ha aria nella pancia. Perciò lo riprenderete in braccio, fategli mettere le braccia sulle vostre spalle e le gambe dritte, e riprovate.
  2. Piegare le gambe del bambino, una alla volta, verso l’alto eseguendo un movimento simile a quello della bicicletta, mentre lui è steso a pancia su.
  3. Tenete le caviglie del bambino con le mani e piegate entrambe le gambe fino all’addome, mantenendo la posizione per alcuni secondi e poi distenderle. Ripetere alcune volte, lentamente, aiuterà a dare sollievo al mal di pancia causato dalle coliche.
  4. Piegare il bambino a pancia sotto, con i piedi verso di voi. Appoggiate la base del palmo di una mano nella fossetta centrale sopra le natiche. Esercitando una pressione delicata, fate un massaggio circolare in senso orario. Ripetere varie volte. Aiuterà l’emissione del gas intestinale.
  5. Mettetelo sul vostro avambraccio col viso rivolto in basso, e usate il palmo della mano per esercitare una lieve pressione sulla pancia.
  6. Formare una fascia di 10-12 cm di larghezza (anche con una coperta arrotolata) e legatela stretta (ma non troppo, per non bloccare la circolazione) intorno alla vita del bambino.
  7. Potrebbe anche funzionare tenerlo in braccio stretto a voi e dargli delle piccole pacche sul sederino (è come indicare dove spingere per espellere l’aria).
  8. Massaggiare ai lati dell’addome. Stendete il bambino sulla schiena con i piedi verso di voi. Posate una mano sul lato dell’addome, con le dita rivolte verso il basso. Massaggiate in su verso l’ombelico, ripetendo anche con l’altra mano. Continuare in modo ritmato e poi passate anche dall’altro lato.
  9. Piccoli cerchi attorno all’ombelico. Altro massaggio, questo per muovere in avanti il contenuto dell’intestino. Ponete l’indice e il medio di una mano vicino all’ombelico del bimbo. Premete lievemente, facendo con le dita un piccolo movimento circolare, poi rilasciate. Ripetete spostando le dita di qualche centimetro, in senso orario intorno all’ombelico. Procedete a spirale verso l’esterno fino all’anca destra del bimbo. Io l’ho trovato efficace anche in situazione di costipazione.
  10. Ampi cerchi sull’addome. Servirà a spostare avanti il contenuto del colon. Appoggiate una mano sull’addome del bambino, appena sopra l’anca destra. Con un gesto deciso, con la mano piatta, massaggiate fino a raggiungere la base destra della gabbia toracica. Con le dita in avanti, massaggiare la linea del diaframma fino allo stesso punto sulla sinistra. Ora scendete fino all’interno dell’anca sinistra, poi massaggiate la base dell’addome fino al punto di partenza. Ripetete varie volte.

Fonti:

  • “Baby massaggio” di Alan Heath e Niki Bainbridge

  • “Il linguaggio segreto dei neonati” di Tracy Hogg

< class="related_post_title">Puoi leggere anche

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

da Twitter

Chiedi all’ostetrica!

Vai ora alle Domande!
Vogliamo dare il supporto professionale di un ostetrica per risolvere dubbi, avere chiarimenti e informazioni su tutto quello che riguarda la fertilità, la gravidanza, il parto, il post-partum o qualsiasi altra cosa di sua competenza.

Si chiama Pia ed è la nostra "roccia", ha aiutato veramente tante mamme (compresa la sottoscritta) con la sua lunghissima esperienza, dedizione e pazienza.

Applicazioni utili

Avete dubbi sui rischi relativi alla Trisomia 21 o Sindrome di Down?
Translucenza Nucale è l'unica applicazione esistente sul mercato android che vi aiuterà a interpretare correttamente i risultati dell'esame di Translucenza Nucale.

Con questa applicazione potrete verificare i vostri risultati in base a criteri scientifici e non opinioni.

Chi sono?

Per motivi di lavoro abbiamo viaggiato in Australia e in Norvegia dove attualmente viviamo. Rispetto allo stile di vita italiano abbiamo più tempo per i figli e siamo molto più sereni e rilassati anche se non abbiamo le nostre famiglie vicine e non viviamo negli agi.

Viaggiando e stando a contatto con altre culture diverse dalla nostra, ho imparato molto, prima di tutto il gioire delle piccole cose che la vita ti regala. Attraverso questo sito desidero essere utile in qualche modo, magari anche solo trasmettendo un po' di serenità.