La torta dell’amicizia

This article is also available in English.

Herman è anche chiamata la torta dell’amicizia. È una torta super popolare, che si trova in numerose varianti in tutto il mondo. Herman è il nome usato in Norvegia, in Italia invece abbiamo la torta di Padre Pio. È una torta caratterizzata da un impasto contenente lievito, e cresce in 10 giorni. Alla fine dei 10 giorni una parte dell’impasto fermentato si cuoce mentre il resto viene donato ad amici insieme ad una copia della ricetta. In questo modo si ottiene una sorta di catena (“Herman” significa “errante” quindi che va qua e là senza una direzione o meta certa).

Questa che vi propongo è la versione originale norvegese. Io l’ho conosciuta attraverso l’asilo di mio figlio. Tutto è iniziato lì, mi hanno regalato una parte e ora continuo a farla. È una torta meravigliosa, si mantiene morbida per giorni ed ha uno splendido sapore speziato di cannella, noci e uvetta. La ricetta è per una teglia del diametro di 24 cm.

Mi è stato impossibile trovare la ricetta per l’avvio della versione italiana di questa torta, ma se volete essere voi i primi, posso diffondere il metodo norvegese per l’avvio di Herman.

Ho trovato fantastico il modo di proporre questa torta come un gioco ai bambini, ma soprattutto come se fosse qualcosa di vivo. Vi spiegherò bere, ma ora ecco gli ingredienti.

Ingredienti:

Herman pasta di avvio” (necessaria solo se si è i primi ad avviare la torta Herman):

  • 50 g di lievito
  • 5 dl di acqua
  • 5 dl di farina

Herman con pasta madre” (si applica a tutti gli impasti lievitati come quelli regalati da un amico o iniziati da sé):

  • Giorno 4:
    • 2,5 dl di zucchero
    • 2,5 dl di latte
    • 2,5 dl di farina
  • Giorno 9:
    • 2,5 dl di zucchero
    • 2,5 dl di latte
    • 2,5 dl di farina
    • Il panetto lievitato viene diviso in 5 parti. Quattro parti le tieni da parte e le puoi regalare a degli amici. Una parte invece la usi per cuocere “Herman”.
  • Giorno 10(per la cottura):
    • 1,5 dl di olio
    • 2,5 dl di zucchero
    • 3 uova
    • 3,5 dl di farina
    • 2 cucchiaini di lievito per dolci
    • 1 cucchiaino di sale
    • 2 cucchiaini di cannella
    • 100 g di nocciole tritate o/e uvette
    • 100 g di cioccolata a piccoli pezzi
    • 1-2 mele tagliate a piccoli pezzi

Procedimento per l’avvio di Herman:

L’avvio di Herman è necessario solo se siete i primi a fare la torta.
IMPORTANTE: Utilizzare una ciotola abbastanza grande di plastica e un cucchiaio di legno. Non usare utensili in metallo!

Sciogliete il lievito in acqua tiepida (37°C). Aggiungere la farina e mescolate fino a quando tutti i grumi saranno rimossi (la consistenza è quasi come quella di una pastella). Coprire la ciotola con un canovaccio e lasciare riposare e fermentare a temperatura ambiente per 48 ore. Nella pasta si formeranno delle bolle e l’odore sarà un po’ aspro.

Coltivazione della “pasta madre Herman”:

Si inizia il giorno 10 della creazione di Herman, in modo che Herman possa crescere e diventare grande e forte. Ecco qui, è giunto il momento di raccontarvi la storia della vita di Herman.

Herman si presenta:

Io mi chiamo Herman e sono un impasto naturale. Rimarrò sul piano della tua cucina per 10 giorni senza coperchio. Non devi mettermi nel frigorifero.

Giorno 1: Hai pasta madre di Herman che ti è stata donata da un amico o che hai creato tu stesso come descritto sopra. Coprire con un canovaccio e lasciatelo riposare fuori dal frigorifero.

Giorno 2: mescolare bene con un cucchiaio di legno (assicurarsi di raschiare bene ai bordi della ciotola) per 2-3 volte.

Giorno 3: Come ieri.

Giorno 4: Herman è affamato. Dategli zucchero, latte e farina di frumento. Mescolare bene con cucchiai di legno in modo che l’impasto diventa liscio e omogeneo. Coprire con un canovaccio e lasciare riposare l’impasto fuori dal frigorifero.

Giorno 5: Come il giorno 2.

Giorno 6: Come ieri.

Giorno 7: Come ieri.

Giorno 8: come ieri.

Giorno 9: Herman è di nuovo affamato. Dagli da mangiare lo stesso del giorno 4. Dividilo in 5 parti e 4 di queste regalale ai tuoi amici. Herman numero 5 rimarrà con te. Copia questa ricetta e dalla insieme a ciascuna parte di Herman che regali.

Giorno 10: Questo per i tuoi amici sarà il giorno 1. Oggi Herman è molto affamato. Diamogli tutto quello di cui ha bisogno, mescolare bene tutto insieme. Preriscaldare il forno a 170°C. Infornare in forno statico (non ventilato, in questo modo avrete una cottura più uniforme) nel livello intermedio, per un ora.

Suggerimento:
Attenzione: Quando Herman smette di fare le bolle significa che è morto!

Potrai infatti notare come la pasta di Herman, durante i 10 giorni, appaia “viva”, grazie alle bolle della fermentazione. Perchè ciò accada è importante che l’avvio della pasta avvenga a temperatura ambiente. È inoltre molto importante usare solo strumenti in plastica o legno.

Buon divertimento

Le informazioni per l’avvio della pasta madre di Herman è stata tratta dal sito www.detsoteliv.no

< class="related_post_title">Puoi leggere anche

2 comments on “La torta dell’amicizia

  • daniela

    per l avvio 5 dl di farina quanti grammi sono?
    il lievito per l’avvio è il panetto fresco? 50gr sono tanti per del lievito per dolci.
    ma dopo 10 giorni dall’avvio devo iniziare?
    grazie

    • tamara

      Ciao Daniela! E’ vero, non ho scritto che lievito è. Si, si tratta di lievito di birra e qui in norvegia hanno panetti da 50 grammi invece che da 25, quindi loro considerano un panetto da 50grammi. Per i dL puoi considerare 500 grammi di farina circa e 500 di acqua.
      E no, ti bastano 48 ore di attesa e poi puoi iniziare:

      Procedimento per l’avvio di Herman:

      L’avvio di Herman è necessario solo se siete i primi a fare la torta.
      IMPORTANTE: Utilizzare una ciotola abbastanza grande di plastica e un cucchiaio di legno. Non usare utensili in metallo!

      Sciogliete il lievito in acqua tiepida (37°C). Aggiungere la farina e mescolate fino a quando tutti i grumi saranno rimossi (la consistenza è quasi come quella di una pastella). Coprire la ciotola con un canovaccio e lasciare riposare e fermentare a temperatura ambiente per 48 ore. Nella pasta si formeranno delle bolle e l’odore sarà un po’ aspro.

      Fammi sapere come viene :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

da Twitter

Chiedi all’ostetrica!

Vai ora alle Domande!
Vogliamo dare il supporto professionale di un ostetrica per risolvere dubbi, avere chiarimenti e informazioni su tutto quello che riguarda la fertilità, la gravidanza, il parto, il post-partum o qualsiasi altra cosa di sua competenza.

Si chiama Pia ed è la nostra "roccia", ha aiutato veramente tante mamme (compresa la sottoscritta) con la sua lunghissima esperienza, dedizione e pazienza.

Applicazioni utili

Avete dubbi sui rischi relativi alla Trisomia 21 o Sindrome di Down?
Translucenza Nucale è l'unica applicazione esistente sul mercato android che vi aiuterà a interpretare correttamente i risultati dell'esame di Translucenza Nucale.

Con questa applicazione potrete verificare i vostri risultati in base a criteri scientifici e non opinioni.

Chi sono?

Per motivi di lavoro abbiamo viaggiato in Australia e in Norvegia dove attualmente viviamo. Rispetto allo stile di vita italiano abbiamo più tempo per i figli e siamo molto più sereni e rilassati anche se non abbiamo le nostre famiglie vicine e non viviamo negli agi.

Viaggiando e stando a contatto con altre culture diverse dalla nostra, ho imparato molto, prima di tutto il gioire delle piccole cose che la vita ti regala. Attraverso questo sito desidero essere utile in qualche modo, magari anche solo trasmettendo un po' di serenità.